Questo sito utilizza i cookie per migliorare i servizi e l'esperienza degli utenti. Se decidi di continuare la navigazione significa che ne accetti il loro uso.Informativa privacy e cookie.

Antonio Salieri

Antonio_Salieri_painted_by_Joseph_Willibrord_Mehler.jpgAntonio Salieri (Legnago, 18 agosto 1750– Vienna, 7 maggio 1825) è stato un compositore e insegnante di musica italiano del classicismo, autore sia di musica sacra che operistica. Cittadino della Repubblica di Venezia, trascorse la maggior parte della sua vita alla corte imperiale asburgica di Vienna per la quale fu compositore e maestro di cappella. Salieri ebbe come allievi molti musicisti famosi: Beethoven, Schubert, Liszt, Czerny e Hummel, a dimostrare la validità della sua scuola di composizione.

Fu un musicista eccezionale e un ottimo insegnante; tuttavia, il suo nome è rimasto legato nell'immaginario collettivo ad una presunta rivalità con Wolfgang Amadeus Mozart, che alimentò voci su accuse di plagio e perfino di aver causato la morte del compositore salisburghese, supposizione priva di qualunque fondamento storico ma riproposta da Peter Shaffer nel dramma Amadeus nel 1979 e poi dal regista Miloš Forman nel film omonimo.

La pretesa invidia alla base della sceneggiatura del film e la conseguente inimicizia tra i due compositori è del tutto improbabile, anche perché Salieri riscosse grande celebrità nel corso della sua lunga carriera (Mozart, invece, raggiunse l'apice della fama dopo la morte); inoltre, tra i suoi pupilli vi fu uno dei figli dello stesso Mozart, Franz Xaver Wolfgang.

Biografia

Antonio Salieri nacque a Legnago, una cittadina in provincia di Verona, da una famiglia di ricchi commercianti, il 18 agosto 1750. Si avvicinò alla musica studiando violino con il fratello Francesco (allievo di Giuseppe Tartini) e clavicembalo con un organista della sua città natale, Giuseppe Simoni. Alla morte dei genitori, intorno al 1764, si trasferì assieme al fratello a Venezia, dove continuò i suoi studi. Nel 1766 attirò l'attenzione del Kapellmeister (maestro di cappella) viennese Florian Leopold Gassmann, che si trovava a Venezia per sovrintendere alla messa in scena della sua opera basata sull'episodio di Achille a Sciro e intitolata, appunto, Achille in Sciro.

Il musicista austriaco, che rimase colpito dal talento di Salieri, si affezionò sinceramente al giovane e lo prese con sé. Portatolo a Vienna alla corte di Giuseppe II d'Asburgo, presso cui era dipendente, ne curò personalmente l'educazione, insegnandogli contrappunto, composizione, latino, tedesco e francese. A corte, Salieri attrasse anche la benevolenza di altri personaggi, tra cui lo stesso imperatore che, alla morte di Gassmann nel 1774, lo nominò successore del maestro defunto, istituendolo, a soli 24 anni, sia Kammerkomponist che direttore musicale dell'opera italiana a Vienna.

Ebbe così inizio una carriera brillante che lo avrebbe portato a diventare maestro di cappella alla corte asburgica, compositore e insegnante di corte. Protetto dell'imperatore e in ottimi rapporti con Gluck, Metastasio e Haydn, Salieri fu uno fra più prolifici autori di musica da camera e musica sacra, ma soprattutto di opere liriche all'italiana del suo tempo.

Salieri esordì nel 1770 con un'opera buffa, Le donne letterate, cui fece seguito, l'anno successivo, Armida (seria) e alcuni anni dopo l'opera che lo avrebbe consacrato nel panorama musicale dell'epoca, L'Europa riconosciuta, commissionatagli dall'imperatrice Maria Teresa d'Austria per l'inaugurazione, il 3 agosto del 1778, del Nuovo Regio Ducal Teatro (l'attuale Teatro alla Scala) fatto erigere a Milano (la medesima opera salutò il 7 dicembre 2004 la riapertura del teatro scaligero dopo un radicale lavoro di restauro).

Ma la predilezione per il dramma parlato e la riorganizzazione dei teatri di corte, voluta dall'imperatore nel 1776, lasciavano poche opportunità a Salieri per comporre nuove opere a Vienna, e pertanto il musicista rivolse la sua attenzione all'Italia. Tra il 1778 e il 1780 scrisse cinque opere per i teatri di Milano, Venezia e Roma, tutte di argomento comico, a eccezione de L'Europa riconosciuta. Tra le opere buffe di gran lunga più popolari compose La scuola de' gelosi, su libretto di Caterino Mazzolà (scritta per il carnevale di Venezia del 1779), opera che più di ogni altra diffuse la fama di Salieri in tutta Europa. Nel 1780 Giuseppe II lo incaricò di scrivere un singspieleseguito da cantanti e musicisti del proprio teatro nazionale, una delle uniche due opere in tedesco di Salieri, Der Rauchfangkehrer (1781), che ebbe un notevole successo fino a quando non fu oscurata da Die Entführung aus die Serail di Mozart.

Nel febbraio del 1788 l'imperatore concesse a Salieri la carica di Hofkapellmeister, ruolo che già dal 1775 aveva assolto spesso, sostituendo il titolare Giuseppe Bonno quando era malato.

Dopo la morte di Giuseppe II (il 20 febbraio 1790) e con l'ascesa al trono di Leopoldo II, circolarono voci secondo le quali Salieri doveva essere licenziato, oppure che aveva presentato le sue dimissioni da Hofkapellmeister. In realtà, sembra che Salieri abbia chiesto, e ottenuto, di essere esentato dall'obbligo delle prove quotidiane e della direzione delle opere, in cambio del quale accettò di comporre ogni anno una nuova opera per il teatro di corte. I compiti dai quali fu sollevato furono assegnati al suo allievo e protetto Joseph Weigl.

Negli anni '90 del Settecento Salieri, rimasto privo del sostegno di Giuseppe II, non ebbe nemmeno più l'opportunità di scrivere opere per Parigi (tagliato fuori dagli esiti della Rivoluzione), né di usufruire del talento teatrale di Da Ponte (caduto in disgrazia presso la corte) e senza la stimolante rivalità di Mozart (morto nel '91). Nel 1794 rinnovò il contatto con De Gamerra e insieme scrissero tre opere per i teatri di corte: Eraclito e Democrito, Palmira regina di Persia e Il moro. La prima e la terza ebbero un discreto apprezzamento (con meno di 20 rappresentazioni nei teatri di corte), mentre Palmira riscosse il maggior successo di tutte le altre sue opere tarde. L'ultimo collaboratore italiano di Salieri, Carlo Prospero De Franceschi, gli fornì libretti per tre opere eseguite nel 1799 e nel 1800, tra cui Falstaff(1799). L'ultima opera completa di Salieri, Die Neger, ricevette scarsi applausi nel 1804.

Come Hofkapellmeister, Salieri curò la scelta dei nuovi strumentisti e cantanti di corte, supervisionò l'acquisto degli strumenti e mantenne la biblioteca musicale in buone condizioni. I registri della cappella reale per il periodo dal 1820 sino al suo pensionamento nel 1824 mostrano che per i servizi regolari scelse più frequentemente le messe di Albrechtsberger, Joseph e Michael Haydn, Georg Reutter il giovane, Eybler, Leopold Hofmann e Mozart.

Opere

Fra le sue trentanove composizioni per il teatro[5] si ricordano: Armida(1771), La scuola de' gelosi (1778), Der Rauchfangkehrer (1781), Les Danaïdes (1784), attribuita in un primo tempo allo stesso Gluck, Prima la musica e poi le parole (1786),Tarare (1787), La grotta di Trofonio, Eraclito e Democrito, Axur, Re d'Ormus (1788), Palmira, regina di Persia (1795), Falstaff, ossia le tre burle (1799), tema tratto da Le allegre comari di Windsordi Shakespeare che sarebbe stato poi ripreso da Giuseppe Verdi per il suo Falstaff.

Da segnalare anche il dramma giocoso in due atti Il mondo alla rovescia,[6]rappresentato per la prima volta in tempi moderni il 14 novembre 2009 al Teatro Salieri di Legnago (Verona). Fra le composizioni strumentali spiccano due concerti per pianoforte e orchestra e un concerto per organo scritti nel 1773, un concerto per flauto, oboe e orchestra del 1774, un insieme di ventisei variazioni su La Follia di Spagna (1815) e le numerose serenate. Salieri ha scritto anche alcuni deliziosi concertini (della durata di circa dieci minuti) e una pregevole fuga.

Gli ultimi anni

Negli ultimi anni della sua vita, Salieri diventò cieco e fu ricoverato in ospedale; in tale periodo il compositore si sarebbe autoaccusato della morte di Mozart, come lui membro della Massoneria.

Salieri morì a Vienna il 7 maggio 1825, a 74 anni; il suo corpo fu sepolto nel Matzleinsdorfer Friedhof e le sue spoglie vennero poi trasferite al Zentralfriedhof (cimitero maggiore) di Vienna. Al suo funerale, Schubert, suo allievo prediletto, diresse il Requiem in do minore che lo stesso Salieri aveva scritto nel 1804 per la propria morte. Il suo monumento funebre è ornato da un'iscrizione composta dal suo allievo Joseph Weigl:

Riposa in pace! Non coperta di polvere
l'eternità ti è riservata.
Riposa in pace! In eterne armonie
si è dissolto il tuo spirito.
Egli ha espresso se stesso in note incantevoli
ora è salpato verso l'eterna bellezza.

La presunta rivalità con Mozart

Salieri e il mito della morte di Mozart nei quaderni di conversazione di Beethoven

Pur nel suo isolamento Beethoven si interessa a tutto, è informato di tutto. Tra i personaggi di questa cronaca quotidiana registrata nei Quaderni si incontra Salieri, che fu per qualche tempo maestro di Beethoven, ma che non gode alcuna simpatia nella sua cerchia. [...] Schindler si fa portavoce delle calunniose dicerie che correvano su di lui a Vienna. «Salieri sta di nuovo malissimo. È completamente abbattuto. Delira sempre [dicendo] che egli è colpevole della morte di Mozart e che gli ha dato il veleno». Beethoven deve mostrarsi incredulo se Schindler ribatte: «è la verità, poiché egli vuole confessarsene; così tutto si paga». E il nipote Karl di rincalzo: «Ora si dice apertamente che Salieri sia l'assassino di Mozart»
(Luigi Magnani, Beethoven nei suoi quaderni di conversazione, p. 167).

La musica di Salieri e di Mozart, dal punto di vista tecnico-compositivo, si presenta con caratteri molto simili. In alcuni casi, nemmeno un orecchio esperto saprebbe distinguere con certezza la musica dell'italiano da quella del salisburghese. All'epoca ebbe sicuramente peso il desiderio di valorizzare i teatri musicali nazionali, ancora in gran parte sotto l'influenza della musica italiana (la presenza di Salieri a corte era la conferma del persistere di questa autorevolezza), esigenza fortemente sentita, legata anche alla volontà di affermazione della sovranità delle corti locali.

Nel 1783 Mozart aveva covato sospetti verso Salieri, secondo una lettera del 2 luglio al padre Leopold. Lo storico Alexander Wheelock Thayer, ipotizza che tali sospetti potrebbero essere stati determinati da un episodio accaduto una decina di anni prima, quando Salieri gli fu preferito nel ruolo di insegnante di musica della principessa del Württemberg. L'anno seguente Mozart non fu nominato neppure insegnante di pianoforte della principessa.

Nel 1786 la prima rappresentazione de Le nozze di Figaro registrò il giudizio negativo sia del pubblico che dell'imperatore; il compositore accusò Salieri del fallimento, reo di averne boicottato l'esecuzione («Salieri e i suoi accoliti muoverebbero cielo e terra pur di farlo cadere», commentò il padre di Mozart, Leopold, riferendosi all'insuccesso del figlio in quella occasione). Va rilevato che però a quell'epoca Salieri era impegnato per la messa in scena della sua opera Les Horaces, ed è difficile che abbia potuto ordire e manovrare il tutto dalla Francia, dove si trovava.

Molto più probabilmente, sempre stando a Thayer, ad istigare Mozart contro Salieri potrebbe essere stato il poeta Giovanni Battista Casti, rivale del poeta di corte Lorenzo Da Ponte, autore del libretto di Figaro. Una conferma indiretta di quanto la diatriba Mozart-Salieri possa essere stata montata ad arte viene dal fatto che, quando nel 1788 Salieri fu chiamato in carica come Kapellmeister, anziché proporre per l'occasione un'opera propria, preferì curare l'allestimento di una riedizione delle stesse nozze di Figaro.

La diceria secondo la quale Mozart sarebbe stato avvelenato da Salieri, pur essendo priva di fondamento, ha ispirato diversi artisti nel corso dei secoli.

Onorificenze

Cavaliere dello Speron d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dello Speron d'oro
Cavaliere della Legion d'onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere della Legion d'onore

Elenco degli allievi di Salieri più noti

  • Ignaz Assmayer
  • Marianne Auenbrugger
  • Ludwig van Beethoven
  • Carl Blum
  • Antonio Casimir Cartellieri
  • Caterina Cavalieri
  • Luigi Cherubini
  • Elise Czabon
  • Carl Czerny
  • Karl von Doblhoff-Dier
  • Joseph Leopold Edler von Eybler
  • Johann Gänsbacher
  • Amalie Haehnel
  • Anton Haizinger
  • Ferdinand Louis Joseph Hérold
  • Johann Nepomuk Hummel
  • Anselm Hüttenbrenner
  • Jan Antonín Koželuh
  • Franz Liszt
  • Giacomo Meyerbeer
  • Anna Pauline Milder-Hauptmann
  • Ignaz Moscheles
  • Franz Xaver Wolfgang Mozart
  • Auguste Mathieu Panseron
  • Maria Theresia Paradis
  • Benedict Randhartinger
  • Anton Reicha
  • Carl Gottlieb Reißiger
  • Girolamo Salieri
  • Leopold Schefer
  • Louis Schlösser
  • Franz Schubert
  • Simon Sechter
  • Joseph Seipelt
  • Joseph Hartmann Stuntz
  • Franz Süssmayr
  • Franz Tausch
  • Ignaz Umlauf
  • Caroline Unger
  • Betty Vio
  • Johann Michael Vogl
  • Joseph Weigl
  • Franz Wild
  • Peter von Winter

Lista delle composizioni di Antonio Salieri (1750-1825), ordinate per genere.

Musica vocale non sacra

Opere

Titolo Genere Divisione Libretto Premiere Teatro
La Vestale dramma per musica 3 atti sconosciuto Mai eseguita, uno studioper il suo maestroGassmann Vienna
Le donne letterate commedia per musica 3 atti Giovanni Gastone Boccherini, da Molière Carnevale1770 Vienna, Burgtheater (o Kärntnertortheater)
L'amore innocente pastorale 2 atti Giovanni Gastone Boccherini 1770 Vienna, Burgtheater (o Kärntnertortheater)
Don Chisciotte alle nozze di Gamace divertimento teatrale 2 atti Giovanni Gastone Boccherini, da Miguel de Cervantes Carnevale 1771 Vienna, Burgtheater (o Kärntnertortheater)
La moda, ossia Gli scompigli domestici pasticcio 2 atti Pietro Cipretti 1771 Vienna
Armida dramma per musica 3 atti Marco Coltellini, da Torquato Tasso 2 giugno 1771 Vienna, Burgtheater (o Kärntnertortheater)
La fiera di Venezia commedia per musica 3 atti Giovanni Gastone Boccherini 29 gennaio 1772 Vienna, Burgtheater (o Kärntnertortheater)
Il barone di Rocca Antica dramma giocoso 2 atti Giuseppe Petrosellini 12 maggio 1772 Vienna, Burgtheater (o Kärntnertortheater)
La secchia rapita dramma eroicomico 3 atti Giovanni Gastone Boccherini, da Alessandro Tassoni 21 ottobre 1772 Vienna, Kärntnertortheater
La locandiera dramma giocoso 3 atti Domenico Poggi, da Carlo Goldoni 8 giugno 1773 Vienna, Kärntnertortheater
La calamita de' cuori dramma giocoso 3 atti Carlo Goldoni 11 ottobre 1774 Vienna, Kärntnertortheater
La finta scema commedia per musica 2 atti Giovanni De Gamerra 9 settembre 1775 Vienna, Burgtheater
Daliso e Delmita azione pastorale 3 atti Giovanni De Gamerra 29 luglio 1776 Vienna, Burgtheater
L'Europa riconosciuta dramma per musica 2 atti Mattia Verazi 3 agosto 1778 Milano, Teatro alla Scala
La scuola de' gelosi dramma giocoso 2 atti Caterino Mazzolà Carnevale 1779 Venezia, Teatro San Moisè
La partenza inaspettata intermezzo 2 parti Giuseppe Petrosellini Carnevale 1779 Roma, Teatro Valle
Il talismano (atti 2 e 3 di Giacomo Rust) dramma giocoso 3 atti Carlo Goldoni (revisionato da Lorenzo Da Ponte) 21 agosto 1779, revisione: 10 settembre 1788 Milano, Teatro Lirico; revisione: Vienna, Burgtheater
La dama pastorella intermezzo 2 parti Giuseppe Petrosellini 1780 Roma, Teatro Valle
Der Rauchfangkehrer, oder Die unentbehrlichen Verräther ihrer Herrschaften aus Eigennutz lustspiel 3 atti Leopold von Auenbrugger 30 aprile 1781 Vienna, Burgtheater
Semiramide dramma per musica 3 atti Pietro Metastasio Carnevale 1782 Monaco di Baviera, Residenz
Les Danaïdes tragédie lyrique 5 atti Marius François Du Roullet e Louis Théodore Baron de Tschudi, da Ranieri de' Calzabigi 26 aprile 1784 Parigi, Opéra National de Paris
Il ricco d'un giorno dramma giocoso 3 atti Lorenzo Da Ponte 6 dicembre 1784 Vienna, Burgtheater
La grotta di Trofonio opera comica 2 atti Giovanni Battista Casti 12 ottobre 1785 Vienna, Burgtheater
Prima la musica e poi le parole divertimento teatrale 1 atto Giovanni Battista Casti 7 febbraio 1786 Vienna, Castello di Schönbrunn
Les Horaces tragédie lyrique 3 atti Nicholas-François Guillard, da Pierre Corneille 2 dicembre 1786 Versailles
Tarare opera prologo e 5 atti Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais 8 giugno 1787 Paris, Opéra National de Paris
Axur, Re d'Ormus dramma tragicomico 5 atti Lorenzo Da Ponte, da Pierre Beaumarchais 8 gennaio 1788 Vienna, Burgtheater
Cublai, gran kan de' Tartari dramma eroicomico 2 atti Giovanni Battista Casti composto nel 1788, ma rappresentato nel 1998 Würzburg, Mainfrankentheater
Il pastor fido dramma tragicomico 4 atti Lorenzo Da Ponte, da Battista Guarini 11 febbraio 1789 Vienna, Burgtheater
La cifra dramma giocoso 2 atti Lorenzo Da Ponte, da Giuseppe Petrosellini, La dama pastorella 11 dicembre 1789 Vienna, Burgtheater
Catilina dramma eroicomico 2 atti Giovanni Battista Casti composto nel 1792, ma rappresentato nel 1994 Darmstadt, Hessisches Staatstheater
Il mondo alla rovescia dramma giocoso 2 atti Caterino Mazzolà, da L'isola capricciosa 13 gennaio 1795 Vienna, Burgtheater
Eraclito e Democrito commedia per musica 2 atti Giovanni De Gamerra 13 agosto 1795 Vienna, Burgtheater
Palmira, regina di Persia dramma eroicomico 2 atti Giovanni De Gamerra, da Voltaire, La princesse de Babylone 14 ottobre 1795 Vienna, Kärntnertortheater
Il moro commedia per musica 2 atti Giovanni De Gamerra 7 agosto 1796 Vienna, Burgtheater
I tre filosofi 2 atti Giovanni De Gamerra composta nel 1797, ma mai rappresentata
Falstaff, ossia Le tre burle dramma giocoso 2 atti Carlo Prospero Defranceschi, da Le allegre comari di Windsor di William Shakespeare 3 gennaio 1799 Vienna, Kärntnertortheater
Cesare in Farmacusa dramma eroicomico 2 atti Carlo Propero Defranceschi 2 giugno 1800 Vienna, Kärntnertortheater
L'Angiolina, ossia Il matrimonio per sussurro opera buffa 2 atti Carlo Propero Defranceschi, da Epicene, o la donna silenziosa di Ben Jonson 22 ottobre 1800 Vienna, Kärntnertortheater
Annibale in Capua dramma per musica 3 atti Simeone Antonio Sografi aprile 1801 Trieste, Teatro Nuovo
La bella selvaggia opera buffa 2 atti Giovanni Bertati composta nel 1802, ma mai rappresentata
Die Neger Singspiel 2 atti Georg Friedrich Treitschke 10 novembre 1804 Vienna, Theater an der Wien

Arie scritte per altri

  • Addio carina bella (Meng.), aria in sol maggiore per contrabbasso e orchestra.
  • Affé questa sera grandissima - Una domina? Una nipote? (Don Anchise), aria e recitativo per contrabbasso e orchestra (1775?), per La finta giardiniera di Pasquale Anfossi.
  • Ah ciel che noja è questa (frammento)
  • Ah dove amici recitativo per soprano e orchestra.
  • Ah non siete ogni si facile (Tenast) aria per tenore e orchestra.
  • Alla speranza (Galatea) aria per soprano e orchestra.
  • All'idea del gran mistero aria in la maggiore per soprano, coro e orchestra.
  • Anch'io nello specchio talora aria in mi maggiore per soprano e orchestra. (1771)
  • Cedo l'intatto pegno (Dely - Davidde) duetto per soprano, tenore e orchestra.
  • Che mi s'appresti? (Capitano) aria in do maggiore per contrabasso e orchestra. (1775)
  • [...] che strane vicende (Ros. - Fior. - Pasq. - Fulg.) frammento finale di un'opera (Atto II), La novità di A. Felici.
  • Chi vuol la zingara, duetto per soprano e orchestra.
  • Dall'uso parigino il bello, il sopraffino aria in do maggiore per soprano e orchestra. (1773)
  • Del morir le angoscie adesso scena e aria per tenore e orchestra.
  • Denke nicht der Zeit der Schmerzen duetto per soprano, tenore e orchestra.
  • Dico sol, che la padrona (Lena) aria per soprano e orchestra, per La locandiera.
  • D'oro saranno i letti (Fulg.) aria in re maggiore per contrabbasso e orchestra. (1775)
  • Dottorini saputelli (Clar.) aria per soprano e orchestra. (1774)
  • Eccomi al punto ch'io già tanta temei frammento di un'aria per soprano e orchestra.
  • Fate largo al gran Pasquino (Pasquino) aria in re maggiore per contrabbasso e orchestra, La novità di A. Felici. (1775)
  • Figlia mia diletta trio per soprano, tenore, contrabbasso e orchestra.
  • Fra tanto pietre brune (Polidoro) recitativo per contrabbasso e orchestra, per L'italiana in Londra di Domenico Cimarosa. (1785?)
  • Gelosia d'amore è figlia aria per soprano e orchestra.
  • Goder lasciatemi (Gianetta) aria per soprano e orchestra.
  • Gran diavolo! (Uberto) aria in fa maggiore per contrabbasso e orchestra.
  • Guarda in quel volto aria in mi bemolle maggiore per soprano e orchestra.
  • Ho perduto la mia pace (Brettone) aria per tenore e orchestra, per L'innocenza fortunata di Giovanni Paisiello. (1775)
  • Ho stampato libri in foglio aria per tenore e orchestra.
  • Il pargoletto amabile aria in la maggiore per tenore e orchestra.
  • In tuo favore mi parla il core duetto per due soprani e orchestra.
  • Io contento, recitativo.
  • Io di nuovo vel ripeto aria per soprano e orchestra. (1777)
  • Io lo dico e il posso dire trio per contralto, tenore, contrabbasso e orchestra.
  • Io non so che pensare recitativo e cavatina per tenore e orchestra.
  • La donna è sempre instabile (Belfusio) aria per tenore e orchestra, per La fiera di Venezia.
  • La mia morosa me l'ha fatta (Sandrina) aria per soprano e orchestra, per Il talismano.
  • L'amour est un dieu, canzone per soprano e orchestra.
  • La sposa se cedo, aria per soprano e orchestra.
  • Le diras, che il campione (Gusman) aria per contrabbasso e orchestra.
  • Le Inconvenienze teatrali, quartetto per soprano, contralto, tenore, contrabasso e orchestra.
  • L'introduco immantinente - Quando ho visto il dottorino (Rosina) recitativo e aria per soprano e orchestra (1776), per La finta scema.
  • Madame vezzosissima (Zeffirina - Valerio) recitativo and duetto.
  • Ma quai mali intorno al core, aria per tenore e orchestra
  • Ma quale agli occhi miei (Conte) recitativo.
  • Mia vaga Dorilla, aria per contrabbasso e orchestra, per Il marchese villano di Baldassare Galuppi (1775)
  • Moriam, moriam mia vita, recitativo e duetto per soprano, tenore e orchestra.
  • Nel mio seno, aria.
  • Non per parlar d'amore (Laurina) aria in mi bemolle maggiore per soprano e orchestra, per L'astretta di Niccolò Piccinni.
  • Non temer che d'altri (Falsirena) aria per soprano e orchestra, per La fiera di Venezia (1779)
  • Non veste alla moda (Aga.) aria per contrabbasso e orchestra. (1774)
  • Non vi fidate aria per soprano e orchestra.
  • Oh che donna che matta (Peppino), recitativo.
  • Oh me infelice - Allor potrei recitativo e aria.
  • Oh qual sorpasso giubilo (Pilemone) aria in fa maggiore per contrabbasso e orchestra, per Eraclito e Democrito.
  • Oh quanti veggarsi (Cardano) aria per tenore e orchestra, per Il talismano.
  • Oh sancte inviete aria per soprano e orchestra. (1775)
  • Padrona stimatissima (Pasquino) aria in re maggiore per contrabbasso e orchestra, per La novità di A. Felici.
  • Parlaste d'un cappone aria per contrabbasso e orchestra. (1776)
  • Pasquino avrà quest'ora recitativo, per La novità di A. Felici.
  • Paterio giudizio aria per contrabbasso e orchestra.
  • Per amore io già vancillo (Perillo) aria per tenore e orchestra. (1770)
  • Perder sogetto amato duetto per due soprani e orchestra.
  • Per voi s'avanzi aria per basso e orchestra.
  • Qual densa notte (Artalice - Chabri - Nehemia - Chor) finale di un'opera.
  • Quando sarà mia sposa (Capitano) aria per contrabbasso e orchestra. (1775)
  • Quest'è un mar di confusione quartetto per soprano, contralto, tenore, contrabbasso e orchestra.
  • Rasserena nel tuo barbaro aria. (frammento)
  • Sans argent et sans crédit (Boschetto - Pirati - Lauretta) scena con orchestra. (1768)
  • Scomodarmi da palazzo e trattarmi in questa guisa aria in fa maggiore per soprano e orchestra. (1775)
  • Se amor m'ha dato in testa, se mi far delirare aria per soprano e orchestra. (1776)
  • Se credessi di volare (Peppino) aria in mi bemolle maggiore per contrabbasso e orchestra. (1774)
  • Se Dio veder tu vuoi (Achio - Azia) duetto.
  • Se tu vedessi il core (Isabella) aria in sol maggiore per soprano e archi per Il villano geloso di B. Galuppi.
  • Signor mio scrivete bene (Pasquino) aria in fa maggiore per contrabbasso e orchestra, per La novità di A. Felici. (1775)
  • S'odo, o duce (Epponina - Voadice - Sabino - Arminio - Annio) finale di un'opera, for Giulio Sabino di Giuseppe Sarti. (1785?)
  • Son dama, ma so l'arte ancor delle plebe (Polissena) aria in si bemolle maggiore per soprano e orchestra, per Il tamburo (notturno) di G. Paisiello. (1774)
  • Son nipote d'un togato (Isabella) aria in fa maggiore per soprano e archi, per Il villano geloso di B. Galuppi.
  • Sopra il volto sbigotito aria in mi bemolle maggiore per contrabbasso e orchestra.
  • Talor non si comprende aria per contrabbasso e orchestra.
  • Tenero cor recitativo and cavatina per soprano e orchestra. (1780)
  • Tu che ferita sei aria per tenore e orchestra, per Il barone di Rocca antica.
  • Tutte le furie unite in questo petto io sento aria per soprano e orchestra. (1776)
  • Tutti dicon che la moglie aria per contrabbasso e orchestra.
  • Una domina? una nipote? vedi: Affé questa saria grandissima.
  • Un bel marito aria per soprano e orchestra.
  • Un pescatore mi pare amore aria per contrabbasso e orchestra.
  • Vedi ben che queste scene trio per soprano, contralto, contrabbasso e orchestra.
  • Venga su la finestra aria per tenore, coro e orchestra.
  • Venissi cari, l'affare è serio (Patenio) aria per contrabbasso e orchestra. (1777)
  • Verdammter Streich (Mauser) aria for tenore e orchestra.
  • [...] vicino a perdere l'amato ben aria. (frammento)
  • Villottino mio bellino (Lisetta) aria per contralto e orchestra. (1775)
  • Vi son sposa aria.
  • Aria (Polissena) for soprano and orchestra (1774), per Il tamburo (notturno) di G. Paisiello.
  • Finale di un'opera per tre soprani, due tenori, contrabbasso e orchestra, per La scuola de'gelosi. (1779)

Balletti e musiche di scena

  • Balletto in 7 movimenti per L'Europa riconosciuta (1778)
  • Balletto in 16 movimenti.
  • Balletto in 10 movimenti.
  • Balletto in 8 movimenti.
  • Frammenti di balletti
  • Overture, quattro musiche di scena e nove cori per Die Hussiten vor Naumburg di August von Kotzebue (1803)

Cantate profane

  • Cantata per le nozze di Francesco I per solisti, coro e orchestra (1808)
  • Der Tyroler Landsturm for soprano, tenore, contrabbasso, coro e orchestra (1799)
  • Die vier Tageszeiten per coro e orchestra (1819)
  • Du, dieses Bundes Fels per coro e orchestra
  • Habsburg per tenore, contrabbasso, coro e orchestra (1805-1806)
  • Il Trionfo della Gloria e della Virtù per due soprani, tenore, coro e orchestra (1774 o 1775)
  • La Riconoscenza per soprano, coro di cinque voci e orchestra (1796)
  • La Riconoscenza de' Tirolesi per coro e orchestra (1800)
  • La Sconfitta di Borea per solisti, coro e orchestra (1774 o 1775)
  • Lasset uns nahen alle per tenore, contrabbasso, coro e orchestra
  • Le Jugement dernier per tenore, coro e orchestra (1787-1788)
  • L'Oracolo muto per soloisti, coro e orchestra (1802-1803)
  • Wie eine purpur Blume per due soprani, coro e orchestra

Cori profani

  • An den erwünschten Frieden im Jahr 1814 per coro e orchestra (1814)
  • An die Religion per coro a cappella (1814)
  • Bei Gelegenheit des Friedens per soprano, tenore, contrabbasso e orchestra (1800)
  • Beide reichen Dir die Hand per coro (frammento)
  • Del redentore lo scempio per coro e orchestra (circa 1805)
  • Der Vorsicht Gunst beschütze, beglücktes Österreich, dich per coro e orchestra (1813) (nuova versione del movimento finale di Der Tyroler Landsturm del 1799)
  • Dio serva Francesco per coro e orchestra
  • Do re mi fa per coro a cappella (1818)
  • Es schallen die Töne per coro e orchestra
  • Herzliche Empfindung bey dem so lange ersehnten und nun hergestellten Frieden im Jahr 1814 per coro e orchestra (1814)
  • O Friede, reich am Heil des Herrn vedi: Herzliche Empfindung bey dem so lange ersehnten und nun hergestellten Frieden im Jahr 1814
  • Hinab in den Schoß der Amphitrite per coro e orchestra (da Danaus?)
  • Il piacer la gioia per coro e orchestra
  • Ogni bosco, ogni pendice per coro e orchestra
  • Religion, Du Himmelstochter vedi: An die Religion
  • Schweb herab, o holder Seraph Friede vedi: An den erwünschten Frieden im Jahr 1814
  • Schwer lag auf unserem Vaterlande vedi: Rückerinnerung der Deutschen nell'anno 1813
  • Rückerinnerung der Deutschen nell'anno 1813 per coro e orchestra (1813-1814)

Canzoni e canoni con o senza pianoforte

Ca. 340 opere in italiano, tedesco (compresi i testi di Schiller, di G. A., di Castelli e di Matthisson), francese e latino.

Musica sacra

Oratori e cantate sacre

  • Davidde per solisti, coro e orchestra (1791) (frammento)
  • Gesù al limbo per solisti, coro e orchestra (1803)
  • La passione di Gesù Cristo per solisti, coro e orchestra (1776)
  • Le Jugement dernier per tenore, coro e orchestra (1787/88)
  • Saul per solisti, coro e orchestra (1791) (frammento)

Messe e movimenti singoli

  • Messa in do maggiore per coro a cappella (1767)
  • Messa in re maggiore per coro e orchestra (1788) (chiamato Hofkapellmeistermesse)
  • Messa in do maggiore per coro doppio e orchestra (1799) (chiamato Proklamationsmesse)
  • Messa in re minore per soloisti, coro e orchestra (1805)
  • Messa in si bemolle maggiore per solisti, coro e orchestra (1809)
  • Kyrie in do maggiore per solisti, coro e orchestra (1812) (incompleta)
  • Kyrie in fa maggiore per coro e orchestra (frammento)

Messe da requiem

  • Requiem in do minore per solisti, coro e orchestra (1804)
  • Requiem in do minore per coro e orchestra (circa 1815-20) (frammento)

Graduali

  • Ad te levavi animam meam in mi bemolle maggiore per coro e orchestra
  • A solis ortu pro Festo SS. Corporis Christi, in do maggiore per coro e orchestra (1810)
  • Benedicam Dominum pro Dominica 12ma post Pentecostem aut de Tempore, in si bemolle maggiore per coro e orchestra
  • Confirma hoc Deus in do maggiore per solisti, coro e orchestra (1809)
  • Improperium in do minore per coro a cappella
  • Justorum animae in la maggiore per coro e orchestra
  • Liberasti nos, Domine pro Dominica XXIII. et ultima post Pentecostem, in re maggiore per coro e orchestra (1799)
  • Magna opera Domini da tempore, in re maggiore per coro e orchestra (1810)
  • Spiritus meus in re minore per coro e orchestra (1820)
  • Tres sunt, qui testimonium dant in coelo de SS. Trinitate, in re maggiore per coro e orchestra
  • Veni Sancte Spiritus in si bemolle maggiore per coro e orchestra (1800)
  • Veni Sancte Spiritus pro Festo Pentecostem, in si bemolle maggiore per coro e orchestra (1805)
  • Venite gentes in do maggiore per doppio coro e orchestra (1799)
  • Vox tua mi Jesu in do maggiore per coro e orchestra (1774)

Offertori

  • Alleluja (deinde) Bonum est in re maggiore per coro, archi e organo
  • Alleluja in re maggiore per coro e orchestra (1774) [riutilizzato nel 1788 come Amen per la fuga del Gloria nella messa in re maggiore]
  • Assumpta est Maria in do maggiore per coro e orchestra (1799)
  • Audite vocem magnam in do maggiore per coro e orchestra (1809)
  • Beatus vir, qui non abit in re maggiore per solisti, coro e orchestra
  • Benedixisti Domine in fa maggiore per coro a cappella
  • Benedixisti Domine in fa maggiore per coro a cappella
  • Cantate Domino omnis terra in do maggiore per doppio coro e orchestra (1799)
  • Desiderium animae in fa maggiore per soprano, contralto, contrabbasso e orchestra
  • Domine, Dominus noster in sol maggiore per coro e orchestra (1812)
  • Dum corde pio in do maggiore, contrabbasso e organo
  • Excelsus super omnes gentes Dominus in do maggiore per coro e orchestra (1806)
  • Gloria et honor(e) in do maggiore per coro e orchestra (1809)
  • Jubilate Deo in la maggiore per coro e orchestra
  • Justus ut palma in si bemolle maggiore per coro e orchestra
  • Lauda Sion Salvatorem in do maggiore per coro e orchestra (1805)
  • Laudate Dominum omnes gentes in re maggiore per coro e orchestra (1809)
  • Magna et mirabilia sunt opera tua in do maggiore per coro e orchestra (1809)
  • Magna opera Domini in do maggiore per coro e orchestra (1812)
  • Miserere nostri in sol maggiore per coro e orchestra (1805)
  • Miserere nostri in mi bemolle maggiore per coro e orchestra (1803)
  • O altitudo divitiarium in do maggiore per coro e orchestra (1809)
  • O quam bonus et suavis est in si bemolle maggiore per solisti, coro e orchestra
  • Populi timente sanctum nomen Domini in mi bemolle maggiore per coro e orchestra (1778)
  • Salve Regina in re maggiore per coro e orchestra (1815)
  • Salve Regina (testo in tedesco) in sol maggiore per coro e organo
  • Salve Regina in si bemolle maggiore per coro e orchestra
  • Salvum fac populum (1805) (perduto)
  • Si ambulavero in medio in sol minore per coro e orchestra (1809)
  • Sub tuum praesidium in si bemolle maggiore per coro e orchestra (1820)
  • Tui sunt coeli in do maggiore per coro e orchestra
  • Tui sunt coeli in mi bemolle maggiore per coro e orchestra

Salmi e cantici

  • Beatus vir, qui timet Dominum in re maggiore per due tenori, coro e orchestra
  • Confitebor Domine in si bemolle per coro e orchestra
  • De profundis in fa minore per coro, contrabbasso e organo (1815)
  • De profundis in sol minore per coro e orchestra (1815)
  • Dixit Dominus in sol maggiore per coro e orchestra
  • Lauda, Jerusalem, Dominum in do maggiore per coro e orchestra (1815)
  • Laudate pueri Dominum in sol maggiore per un coro di sei persone e orchestra
  • Magnificat in do maggiore per coro e orchestra (1815)
  • Magnificat in fa maggiore per coro in due parti e orchestra (1815)

Litanie

  • Litania di B.M.V. in fa maggiore per solisti, coro e orchestra
  • Litania pro Sabbato Sancto in si bemolle maggiore per coro a cappella (1820)

Inni

  • Coelestis urbs Jerusalem Hymnus de dedicatione Ecclesiae, in la maggiore per coro e orchestra.
  • Genitori in fa maggiore per soprano, coro e orchestra.
  • In te Domine speravi in mi bemolle maggiore per due soprani and contrabbassi. (1817)
  • Tantum ergo in do maggiore per doppio coro, due clarinetti, quattro corni, quattro trombe (Clarini), timpani, contrabbasso e organo.
  • Tantum ergo in do maggiore per coro, due oboe, due fagotti, quattro trombe (Clarini), timpani and organo.
  • Tantum ergo in do maggiore per coro, due trombe (Clarini), timpani e organo.
  • Tantum ergo in fa maggiore per soprano e archi. (1768)
  • Te Deum laudamus in do maggiore per solisti, coro e orchestra (1819)
  • Te Deum laudamus de Incoronazione, in re maggiore per coro e orchestra (1790)
  • Te Deum laudamus in re maggiore per doppio coro e orchestra (1799) (nuova versione del Te Deum dal 1790)

Introiti

  • Avertisti captivitatem Jacob pro Dominica XXIII. et XXIV. post Pentecostem, in si bemolle maggiore per coro, archi e organo.
  • Beati immaculati de Virginibus et Martyribus et de Sancto Stephano, in fa maggiore per coro, archi e organo.
  • Concupiscit et deficit in dedicatione Ecclesia et in Festo Tranfigurationis Domini, in fa maggiore per coro, archi e organo.
  • Dico ergo pro Festis Beatae Mariae Virginis, in fa maggiore per coro, archi e organo.
  • Domine exaudi vocem meam pro Dominica XXII. post Pentecostem, in fa maggiore per coro, archi e organo.
  • Et justitiam tuam pro Festo Epiphaniae, in re minore per coro, archi e organo.
  • Et psallare pro Festo S. Joannis Apost. et S. Joannis Bapt., in si bemolle maggiore per coro, archi e organo.
  • Inductus est Dominus pro Dominica infra octavem Nativitas Domini et ad secundam missam, in fa maggiore per coro, archi e organo.
  • In civitate pro Festo Purificationis Mariae et Dominica VIII. post Pentecostem, in do maggiore per coro, archi e organo.
  • In mandatis ejus de Confessore et in Festo Sancti Joachim, in sol minore per coro, archi e organo.
  • Jubilate Deo Jacob pro Dominica in albis, pro Feria II. post Pentecostem et in solemnitate corporis Christi, in re minore per coro, archi e organo.
  • Jubilate Deo pro Festo St. Januarii Episcopus et Mart., pro Festo Ascensionis Domini, in fa maggiore per coro, archi e organo.
  • Laetentur insulae pro Dominica III., IV., V., VI. post Epiphaniam, in fa maggiore per coro, archi e organo.
  • Ne quando taceas pro Dominica VI. post Pentecostem, in re minore per coro, archi e organo.
  • Neque celaveris de Confessore, in si bemolle maggiore per coro, archi e organo.
  • Quam admirabile est nomen tuum pro Festo Sanctissime Trinitatis, in re minore per coro, archi e organo.
  • Tu cognovisti pro Festo Sanctorum Apostolorum, in re minore per coro, archi e organo.

Mottetti, arie sacre e canti

  • Audimus Dei verbum (perduto)
  • Contra vos, o monstra horrenda in si bemolle maggiore, mottetto per soprano, coro e orchestra. (1769)
  • Cor meum conturbatum in sol minore per coro e orchestra.
  • Ecce enim veritatem in sol maggiore per contrabbasso, tre viole, contrabbasso e organo.
  • Fremat tirannus in do maggiore, mottetto per soprano, coro e orchestra. (1778)
  • Magna est virtus (perduto)
  • Misericordius Dominus in mi bemolle maggiore, duetto per soprano, contrabbasso, violino e orchestra.
  • O mortales, festinate in si bemolle maggiore, aria per soprano, clarinettoe orchestra.
  • Quae est illa in si bemolle maggiore, aria in honorem B.V.M. per soprano, oboe, archi e organo.
  • Quem terra pontus sidera in la maggiore per soprano e orchestra.
  • Salve Jesu pie duetto (perduto)
  • Tu es spes mea, Domine per soprano, flauto, oboe e orchestra.
  • Confirma Hoc Deus, mottetto di offertorio per la Pentecoste, per coro (1809)

Musica strumentale

Concerti

  • Concerto per oboe, violino, violoncello e orchestra in re maggiore (1770)
  • Concerto per organo e orchestra in do maggiore (1773) (secondo moviemento perduto)
  • Concerto per piano e orchestra in do maggione (1773)
  • Concerto per piano e orchestra in si bemolle maggiore (1773)
  • Concerto for flute, oboe and orchestra in do maggiore (1774)
  • Concertino da camera per flauto o oboe e archi in sol maggiore (1777)

Sinfonie, ouverture e variazioni

  • Sinfonia in re maggiore Il Giorno onomastico (1775)
  • Sinfonia in re maggiore La Veneziana (dalle ouverture de La Scuola de'gelosi e La Partenza inaspettata)
  • Tre minuetti per orchestra
  • XXVI variazioni sul tema "La follia di Spagna"per orchestra (1815)
  • Allegretto in re maggiore per orchestra
  • Sinfonia (ouverture) in do maggiore (ouverture da Habsburg)
  • Overture La Frascatana
  • Symphonie (ouverture) in so maggiore (frammento)
  • Movimento per contrabbassi e archi

Serenate

  • Picciola Serenata in si bemolle maggiore per 2 oboe, 2 corni e contrabbasso (1778)
  • Serenata in si maggiore per 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni and contrabbasso
  • Serenata in do maggiore per 2 flauti, 2 oboe, 2 fagotti, 2 corni e contrabbasso (versione alternativa della serenata in B bemolle maggiore per sette strumenti)
  • Serenata in fa maggiore per 2 flauti, 2 oboe, 2 fagotti, 2 corni e contrabbasso
  • Cassazione in do maggiore for 2 oboe, 2 corni inglesi, 2 fagotti e 2 corni
  • Tre trii in sol maggiore, mi bemolle maggiore e do maggiore per 2 oboe e fagotto
  • Armonia per un tempio della notte in mi bemolle maggiore per due oboe, 2 clarinetti, 2 fagotti e 2 corni (ca. 1795)

Marce

  • 11 marche per orchestra (ca. 1804)
  • Marcia per banda musicale Prägt tief in eure Herzen, Brüder
  • Parademarsch in do maggiore per banda musicale
  • Die Landwehr (1809)
  • Marcia in onore di Gassmann in do maggiore per orchestra (1820)

Musica da camera

  • 4 scherzi armonici istrumentali per quartetto d'archi.
  • Fuga per quartetto d'archi (tema, non il testo)
  • Fuga per tre strumenti
  • Fuga in do maggiore per due strumenti (1818)
  • Fuga in mi bemolle maggiore per due strumenti
  • 6 piccole pieces per piano
  • 6 pieces per chitarra (perduta)

Lavori teorici e scritti non musicali

  • Lib. di partimenti di varia specie pro profitto della gioventù (perduto)
  • Pamphlet sulle corde strappate in maniera languida, smorfiosa (1814)
  • Scuola di canto in versi e i versi in musica a 4 voci (1816)
  • Christliches Gutachten di accompagnamento d'organo inadeguata nella Chiesa (1816)
  • Dichiarazione congiunta di Ludwig van Beethoven sui benefici del metronomo di Maelzel (1818)

Adattamenti di opere straniere e collaborazioni con altri compositori

  • La Betulia liberata di Florian Leopold Gassmann riduzione in recitativi e arie, cori (1820)
  • Il Talismano, composizione di Salieri (primo atto) e Giacomo Rust (atto secondo e terzo) (1779)
  • Iphigénie en Tauride di Christoph Willibald Gluck, versione italiana nota come Iphigenia in Tauride tradotta da Lorenzo Da Ponte (1783)
  • Per la ricuperata salute di Ofelia per voce e pianoforte, composizione di Salieri, Mozart e Cornetti (1785) (perduto)
  • Requiem in mi bemolle maggiore di Niccolò Jommelli: strumentazione supplementare per due oboi, due fagotti, due trombe (requiem solenne per Christoph Willibald Gluck eseguito l'8 aprile 1788)
  • Stabat Mater in fa minore di Giovanni Battista Pergolesi per solista, coro e orchestra

Variazioni sui lavori di Salieri

  • Wolfgang Amadeus Mozart
    6 variazioni per pianoforte in sol maggiore sul Mio caro Adone da La Fiera di Venezia [KV 180] (1773)
  • Giuseppe Sarti
    Variazione per violino e pianoforte sulla cavatina La ra la ra da La Grotta di Trofonio (1786)
  • Johann Baptist Vanhal
    7 variazioni per pianoforte sul terzetto Venite, o Donne, meco da La Grotta di Trofonio (1786)
  • Josephus Andreas Fodor (1751–1828)
    Variazione per due violini dall'aria Ainsi qu´une abeille da Tarare(circa 1788)
  • Jakob Freystädtler (1761–1841)
    9 variazioni per violino e pianoforte in sol maggiore sulla cavatinaCome ape ingegnosa da Axur, Re d'Ormus (1791)
  • Anonimo
    Variazione per violino e pianoforte sulla cavatina La ra la ra da La Grotta di Trofonio (circa 1791)
  • Josepha Barbara Auernhammer (1758–1820)
    Variazione per pianoforte sul duetto La stessa, la stessissima da Falstaff ossia Le tre burle (dopo 1799)
  • Carl Friedrich Zelter
    Come ape ingegnosa (Tanz und Opfergesang) da Axur, Re d'Ormuscon alcune modifiche per pianoforte (1792)
  • Joseph Gelinek (1758–1825)
    8 variazioni per pianoforte sul terzetto Coppia si tenera da Palmira, Regina di Persia op. 8 (1796)
    Variazione per pianoforte su una marcia da Cesare in Farmacusa(circa 1805)
  • Leonhard von Call (1768–1815)
    Variazione per mandolino (o violino) e chitarra sul duetto Qui dove ride l´aura da Axur, Re d'Ormus op. 25
  • Philipp Karl Hoffmann (1769–1843)
    6 variazioni per pianoforte sul terzetto Coppia si tenera da Palmira, Regina di Persia op. 8 (1798)
  • Ludwig van Beethoven
    10 variazioni per pianoforte in si maggiore sul duetto La stessa, la stessissima da Falstaff ossia Le tre burle WoO 73 (1799)
  • Johann Baptist Cramer
    Capriccio per pianoforte sulla barcarola Ahi! povero Calpigi da Tarare
  • Joseph Wölfl
    9 variazioni per pianoforte in si maggiore sul duetto La stessa, la stessissima da Falstaff ossia Le tre burle (1799)
  • Mlle. Benaut (*1778)
    Variazione per pianoforte su un tema di Salieri
  • Johann Nepomuk Hummel
    Fantasia per pianoforte in do minore su un tema di von Salieri (ouvertüre di Axur, Re d'Ormus), Haydn (Sinfonia n. 94) e Mozart (vari temi da Il flauto magico) (1799)
  • Friedrich Kalkbrenner
    Introduzione e rondò per pianoforte sul barcarolo Ahi! povero Calpigida Tarare op. 78 (circa 1826)
  • Ignaz Moscheles
    Impromptu martial per pianoforte in sol maggiore sulla marcia Palmira, Regina di Persia op. 65 (circa 1825)


Categoria : - Compositori di musica classica